Privacy Policy
Get Adobe Flash player

Benvenuti

INFORMAGIOVANI - COMUNE DI LODI

Piazza Broletto 6 - 26900 Lodi -

tel. 0371.409472 - 0371409474

fax. 0371.409414

Sito internet: www.comune.lodi.it/informagiovani

Banca dati informativa: http://informagiovanilo.altervista.org

e-mail: [email protected]

Orari di Apertura da settembre

Lunedì dalle 9.00 alle 12.30 pomeriggio chiuso

mercoledì  mantiene l'orario continuato dalle 9.00 alle 17.00

martedì dalle 9.00 alle 12.30- dalle 14.30 alle 17.00

giovedì mattino solo su appuntamento pomeriggio dalle 14.30 alle 17.00

venerdì dalle 9.00 alle 12.30-sabato dalle 9.00-12.30(verificare telefonicamente)

Cerca

Banche dati informative

SERVIZI PER IL LAVORO

BANCA DATI PER LA
RICERCA DEL LAVORO

leggi tutto


COWORKING LINIFICIO

leggi tutto


Il Portale del Ministero

sul lavoro


Garanzia Giovani

sito NAzionale

Portale Regione Lombardia


Misure per Imprenditoria

Garanzia Giovani - Sefemployment

vai al sito

Cosa succede in facebook



COLLOQUIO DI LAVORO

Il colloquio di lavoro è una discussione in cui dovrete prendere parte attiva, in cui entrambe le parti hanno un ruolo importante. Il candidato interviene, fa domande, scambia punti di vista e mette in risalto le sue potenzialità. Abbiate ben presente l'obiettivo che è quello di fare emergere una reciproca convenienza a stabilire un rapporto di lavoro.

Dovrete evidenziare le vostre capacità, ma anche valutare, sulla base di un insieme di requisiti e di obiettivi, le opportunità di carriera e, soprattutto, di crescita professionale che l'impresa vi propone.

Non dimenticate che siete anche voi a dover valutare e scegliere.

Indicazioni

Prima del colloquio

  • Assicuratevi su data, luogo ed ora del colloquio
  • Chiedete il nome del selezionatore (così in caso di contrattempo potrete avvertire immediatamente il vostro intervistatore)
  • Siate puntuali, non arrivate mai in ritardo
  • Per quanto riguarda il modo di vestire è importante fare una buona prima impressione, evitando abbigliamenti appariscenti o atteggiamenti eccessivi, seguite il vostro senso dell'estetica, ricordandovi però che il senso comune di tutti gli uomini porta a stupirsi se si pratica jogging in giacca e cravatta, o se si va a lavoro in tuta da ginnastica.
  • Rileggete, attraverso il curriculum, la vostra esperienza formativa e professionale, definendo le motivazioni che stanno alla base delle vostre scelte
  • Preparatevi a descrivere le vostre caratteristiche personali in relazione al posto di lavoro oggetto della selezione
  • Portate con voi una cartellina contenente: documento di identità, codice fiscale, curriculum vitae, documenti relativi al contatto con l’azienda (es. l’inserzione sul giornale, la lettera di presentazione ecc.), fototessera, agenda, blocco per appunti ed eventuali attestati e documenti citati nel curriculum
  • Informatevi sul profilo professionale per il quale vi candidate, riuscirete a mettere in risalto proprio quelle competenze e quei valori professionali interessanti per l’azienda
  • Raccogliete informazioni sull' azienda (es. settore, caratteristiche e attività svolte, i prodotti/servizi offerti) in modo da capire l’importanza attribuita al ruolo professionale per il quale vi candidate. L'iniziativa in questo senso è sempre stata valutata positivamente e dimostra propositività, interesse e automotivazione.

Durante il colloquio

  • Gestite in modo mirato e cosciente il colloquio con l’intervistatore, cercando di essere aderenti al profilo professionale per il quale vi siete candidati e aderenti alle esigenze dell’azienda
  • Ascoltate con attenzione, riflettete sulle domande e cercate di rispondere in modo completo
  • Ricordatevi il vostro progetto professionale, per non incorrere in risposte incoerenti e per ipotizzare eventuali sviluppi, se richiesti, del vostro profilo professionale
  • Preparatevi una buona autopresentazione: basta essere sinceri e limitarsi a raccontare le proprie esperienze formative e lavorative con naturalezza, senza esagerare e senza neanche sottovalutarvi troppo e puntando sull'intenzione di valorizzare tutto ciò che serve a farvi apparire adatto al lavoro in generale e a quello in particolare.
  • Cercate di controllare l’ansia e prestate attenzione alla gestione della comunicazione non verbale (comportamento motorio, spaziale, espressione del volto)
  • Ricordatevi di guardare negli occhi la persona con la quale state parlando
  • Adottate un atteggiamento attivo, dimostrandovi interessati, motivati e propositivi
  • Ponete quesiti pertinenti, in grado di mettere in luce la vostra motivazione a quel lavoro e di essere interessanti per quell’azienda
  • Cercate di essere rispettosi, rilassati ed affabili
  • Puntate sulla serietà, l’impegno e la capacità di apprendimento in breve tempo. Il lavoro è uno scambio alla pari, non adottate un atteggiamento servile, pensate ai vostri punti di forza e provate a descrivervi in quel ruolo professionale
  • Rimandate a colloqui successivi le eventuali domande su aspetti contrattualistici e retributivi
  • Abbiate sempre presente il ruolo svolto dal vostro interlocutore, il selezionatore non è certamente un giudice ma nemmeno un amico fraterno cui confidarsi
  • Alla conclusione del colloquio ricordatevi di accordarvi sul come e quando vi risentirete per avere una risposta sullo svolgimento del colloquio

Dopo il colloquio

  • Dopo il colloquio è importante fare una valutazione di quali sono stati i punti di forza ed i punti di debolezza emersi.
  • Potrebbe essere utile segnarsi i contenuti del colloquio, le impressioni e gli errori effettuati, in modo che si possa migliorare nel tempo la tecnica di gestione dell’intervista.

Contenuti

Durante un colloquio di selezione, l’intervistatore vuole valutare:

  • il tipo di persona che ha di fronte (i punti di forza e di debolezza, le caratteristiche personali)
  • le competenze tecnico/professionali
  • il suo “saper stare” in azienda (i rapporti interpersonali, i precedenti rapporti con i colleghi…)
  • la motivazione al lavoro (la costanza, la volontà, l’impegno nel lavoro)
  • le aspirazioni professionali

SELEZIONE DI GRUPPO

È una delle modalità utilizzate per effettuare la selezione del personale. Il gruppo, il più delle volte, è composto da un minimo di 5 ad un massimo di 10 persone ed ha il compito di discutere riguardo ad un argomento che viene suggerito loro da uno o più selezionatori che saranno presenti durante l’incontro.

A cosa serve

Serve a valutare le modalità di relazione dei candidati, a studiarne le caratteristiche comportamentali, a valutarne la leadership, l’atteggiamento propositivo, la capacità d’interazione, di mediazione, di gestione del conflitto, di negoziazione, di cooperazione, di socializzazione. Serve a valutare ogni singolo componente del gruppo in relazione al gruppo stesso.

Contenuti

L’argomento proposto può essere un fatto d’attualità oppure la presentazione di un caso professionale, ecc.

Questo tipo di selezione, volendo valutare le modalità di relazione fra i candidati, non si concentrerà sulle opinioni personali degli ogni singolo componente del gruppo.

Indicazioni

  • Cercate di ascoltare i vostri compagni
  • Parlate in modo chiaro, rimanendo centrati sull'argomento trattato senza farvi coinvolgere in futili discussioni
  • Esprimente il vostro pensiero in modo organizzato e logico, traendo spunto anche da quanto è detto all’interno del gruppo
  • Argomentate le vostre affermazioni portando esempi concreti
  • Cercate di partecipare attivamente alla discussione del gruppo, senza essere invadenti o eccessivi
  • Dimostrate di ottenere la fiducia degli altri, di farvi comprendere
  • Evitate di isolarvi quando siete in minoranza o in situazioni di conflitto
  • Cercate di suscitare interesse in chi vi ascolta ma non eccedete nelle manie di protagonismo
  • Esprimete le vostre idee con convinzione
  • Non concentrate l'attenzione su un solo componente ma guardate tutti i partecipanti mentre esponete le vostre idee
  • Non richiedete un feedback visivo ai selezionatori, ma solo ai componenti del gruppo
  • Fatevi apprezzare dagli altri dimostrandovi comprensivi e favorendo i contributi di tutti
  • Siate propositivi

La valutazione
Generalmente, i selezionatori che osservano il gruppo hanno a disposizione una o più griglie di valutazione. Tali griglie consentono di annotare le caratteristiche dei candidati che emergono nel corso del compito. Ad esempio, la griglia può rilevare caratteristiche, connotate positivamente e negativamente, quali:

  • è propositivo
  • è distruttivo
  • è disinvolto
  • è rigido
  • sa catturare l’attenzione
  • rimane in disparte
  • ricorda al gruppo il compito consegnato
  • ad inizio prova e sollecita il gruppo a rispettarlo
  • non partecipa al gruppo, ha un atteggiamento passivo
  • appoggia le proposte altrui
  • boicotta le proposte fatte dal gruppo
  • sintetizza quanto emerso
  • è prolisso

Chi è online

 571 visitatori online

FACEBOOK

 

 

 

SERVIZI UTILI

 

Gira.Lo Informazioni opportunità servizi per i giovani

leggi tutto


CARTA LODI GIOVANI
SCONTI

APPUNTAMENTI

<<  Luglio 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

lavoro flash

Ricerche di personale

11 luglio 2018 - RANDSTAD INHOUSE SERVICES E’ ALLA RICERCA DI: • Periti meccanici • Periti elettrici/elettronici • Periti chimici leggi tutto

5 luglio 2018 - Polis manifatture ceramiche ricerca personale da inserire nella propria sala mostra di Lodi  - leggi tutto